0
(0)
4 Visite

Articolo aggiornato il 18 Novembre 2022 da Francesco Di Noia

Acido Fosforico: come utilizzarlo in agricoltura – Acido fosforico in agricoltura

L’acido fosforico insieme all’acido nitrico è un composto importante nella produzione di fertilizzanti chimici.

Oggi, il problema dell’aumento demografico, ha provocato la ricerca di fertilizzanti che permettono sempre più l’aumento delle rese in campo. I Concimi chimici e minerali hanno un importante ruolo in questo caso.

Attualmente, oltre il 90% dell’Acido Fosforico prodotto a livello industriale, viene utilizzato per produrre diversi tipi di concimi Fosfatici (Concimi a base di Fosforo) impiegabili in Agricoltura.

Acido fosforico in agricoltura

Oggi, la maggior parte dei terreni agricoli deve affrontare il problema della perdita di fertilità e soprattutto della carenza di fosforo e quindi ridurre la produzione agricola.

Naturalmente, il problema della carenza di fosforo nel suolo è aggravato dalla continua coltivazione e dall’erosione del suolo.

Pertanto, l’uso dell’acido fosforico in agricoltura è un’ottima opzione per rafforzare le piante e ottenere produzioni e rese più elevate.

acido fosforico

L’acido fosforico è un buon fertilizzante?

I fertilizzanti fosfatici sono fertilizzanti che somministrati in fertirrigazione, forniscono un’alta concentrazione di Fosforo direttamente disponibile per le radici delle piante..

È interessante notare che nei terreni agricoli, il Fosforo è disponibile generalmente in grandi quantità, in maniera più che sufficiente per il soddisfacimento delle risorse nutrizionali della pianta.

Ciò che rende problematico l’approvigionamento di Fosforo per la pianta, è la formazione di composti insolubili che non permettono alle radici di assorbire il fosforo presente nel suolo.

Pertanto, è necessario aggiungere fosforo al terreno sotto forma di altri composti. Naturalmente, anche il pH del suolo gioca un ruolo nell’assorbimento del fosforo da parte delle piante. A seconda del pH, alcuni elementi chimici sono più, o meno disponibili per le radici delle piante.

 

 

Concimi fosfatici

Importanza dell’utilizzo di fertilizzanti fosfatici in agricoltura:

Come sapete, il fosforo è uno dei Macronutrienti, insieme ad Azoto e Potassio, di cui le piante hanno bisogno per crescere e per produrre di più.

La presenza di fosforo aiuta la crescita delle radici, la germinazione e la maturità delle piante.

Uno dei punti importanti, che esprime la necessità di utilizzare l’acido fosforico nella produzione di fertilizzanti agricoli è che molti terreni, perdono Fosforo a causa del dilavamento causato dalle piogge nei periodi invernali.

I fertilizzanti fosfatici commerciali sono prodotti utilizzando fosfato ottenuto dalle rocce minerarie.

L’estrazione di fosforo dal minerale in concentrazioni significative è costosa e, in molti casi, antieconomica.

A questo proposito, la produzione di acido fosforico con metodi industriali può fornire la base per la sua produzione e applicazione nella produzione di fertilizzanti fosfatici. I fertilizzanti fosfatici più comuni sono i fertilizzanti fosfato diammonico (DAP), fosfato monoammonico (MAP), NPK e SSP.

 

 

Tipi di fertilizzanti fosfatici:

Fertilizzanti DAP:

Questo tipo di fertilizzante fosfatico è il fertilizzante più utilizzato al mondo.

La ragione della popolarità di questo fertilizzante è il suo alto valore nutritivo e le proprietà fisiche ideali. DAP è un’ottima fonte di fosforo e azoto.

Questo fertilizzante contiene elementi relativamente adatti di fosforo e azoto per piante come grano, orzo, frutta e verdura.

La domanda globale di questo tipo di fertilizzante fosfatico è di circa 30 milioni di tonnellate all’anno.

Fertilizzanti NPK:

I fertilizzanti contengono un’alta percentuale di azoto, fosforo e potassio.

Oltre a questi tre nutrienti, questi fertilizzanti contengono anche altri micronutrienti come ferro, zinco, manganese, rame, boro e magnesio.

Se consideriamo, ad esempio, l’uso dell’acido fosforico nella produzione di fertilizzanti fosfatici, i fertilizzanti NPK saranno senza dubbio i primi e più importanti.

La domanda globale di questo fertilizzante è stimata in circa 20 milioni di tonnellate all’anno.

 

 

Conclusione:

I fosfati organici sono composti che forniscono l’energia necessaria per la maggior parte delle reazioni che avvengono nelle cellule viventi, quindi i terreni ricchi di fosfati aumentano la crescita delle piante.

Pertanto, nel processo di produzione di fertilizzanti, viene aggiunto acido fosforico per aumentare la crescita delle piante.

Quanto è stato utile questo post?

Clicca su una stella per valutarla!

Voto medio 0 / 5. Conteggio dei voti: 0

Nessun voto finora! Sii il primo a valutare questo post.

Visto che hai trovato utile questo post...

Seguici sui social!

0
    0
    Il tuo carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna allo shop
      Calculate Shipping
      Apri la chat
      Hai bisogno di aiuto?
      Ciao, se hai bisogno di aiuto puoi parlare con uno dei nostri agronomi.