Nitrato di calcio: Come usarlo sulle tue piante

Pubblicato il 22 Novembre 2022

l

Da Massimiliano Del Pra

Nitrato di calcio: Come usarlo sulle tue piante

Il fertilizzante a base di nitrato di calcio è spesso una scelta ottimale per aumentare le rese delle tue piante, oltre ad una crescita vegetativa più rapida.

Il concime Nitrato di Calcio consente di dare una forte spinta energetica alle tue piante, in modo da renderle più produttive, prevenendo alcuni dei più comuni problemi delle piante come il marciume apicale. In un certo senso, il nitrato di calcio è un concime che migliora lo sviluppo vegetativo delle piante e può evitare l’insorgere di pericolose fisiopatie.

Se non hai mai usato il fertilizzante a base di Nitrato di Calcio e vuoi saperne di più, questo articolo ti illustrerà cos’è il concime a base di Nitrato di Calcio, se è adatto alle tue piante e come usarlo.

nitrato di calcio

Cos’è il Nitrato di Calcio?

Il Concime a base di nitrato di calcio

Il fertilizzante o Concime a base di Nitrato di Calcio è una soluzione chimica idrosolubile che fornisce alle piante Calcio e Azoto supplementari.

Questi elementi nutritivi sono le unità basilari fisiologiche, che permettono una sana crescita delle piante rendendole allo stesso modo forti e resistenti alle malattie.

Il Nitrato di Calcio non si trova in natura: è prodotto facendo reagire Calcio e Azoto inorganico: combinando Calce e Acido Nitrico, seguito da Ammoniaca (processo di neutralizzazione). I fertilizzanti a base di Nitrato di Calcio sono spesso utilizzati dagli agricoltori per ottenere una migliore produzione agricola. Tuttavia, ciò non significa che il piccolo agricoltore o hobbista privato non possa o non debba utilizzare il Nitrato di Calcio per concimare il suo piccolo orto o frutteto.

 

[prodotti id=”354″]

In che modo il calcio e l’azoto influenzano le piante?

Il Calcio è un elemento chimico fondamentale per tutte le specie vegetali, sia erbacee che arboree, in quanto fornisce forza strutturale alle pareti cellulari delle piante.

Questo elemento interviene anche per aiutare le piante quando vengono colpite da forti stress biotici e abiotici. Se somministrato al terreno, il sistema vascolare della pianta porterà il calcio nell’area lesa per rinforzarla e ripristinare il danno causato, ad esempio, dal freddo o da una gelata.

L’azoto è un elemento nutritivo vitale per la fotosintesi e per la sintesi di tutti gli amminoacidi delle piante. Senza azoto, le piante non possono trasformare la luce solare in carboidrati, essenziali non solo per la crescita, ma per lo svolgimento di tutte le funzioni fisiologiche e biochimiche della pianta..

Perché usare il fertilizzante al nitrato di calcio?

 

Le piante traggono i loro nutrienti dal terreno attraverso le radici, ma quando la zona da loro esplorata manca di alcuni nutrienti, le piante cominciano a manifestare carenze diverse.

Queste carenze possono avere un effetto profondamente negativo, soprattutto in Agricoltura professionale.

Il fertilizzante a base di nitrato di calcio può essere utilizzato come rapido rimedio per alcune carenze e per particolari fisiopatie delle piante. Di seguito vi parleremo delle più importanti carenze delle piante e del relativo rimedio proposto.

 

[prodotti id=”1110″]

 

Nitrato di Calcio per piante carenti di calcio

Foglie carenti di calcio

Il Concime a base di Nitrato di Calcio può essere utilizzato per prevenire una carenza di calcio o per reintegrare il livello del Calcio all’interno di una pianta. L’applicazione di Calcio, sia radicale che fogliare migliora la vitalità delle foglie, la resistenza meccanica dei frutti e delle radici.

Una carenza di Calcio nelle piante è abbastanza facile da individuare: quando una pianta soffre di una carenza di calcio i sintomi sono visibile sulle foglie più giovani, che mostrano:

  • Foglie clorotiche.
  • macchie giallo-marrone scuro.
  • Margine fogliare accartocciato.

Questa nuova crescita sviluppa anche macchie marroni “clorotiche” e le foglie sono sono definite “rachitiche”, più piccole del solito.

In seguito anche altri tessuti vegetali cominciano a manifestare carenze sempre più diffuse, fino a compromettere la vitalità e la crescita della pianta interessata.

Le piante carenti di calcio hanno spesso anche nervature fogliari di colore più scuro rispetto al solito, il che manifesta la difficoltà della pianta nel traslocamento degli elementi nutritivi.

Una volta che le foglie perdono la propria vitalità, a causa di questa carenza sono difficilmente recuperabili. in quanto la carenza di Calcio compromette fortemente le cellule vegetali. La pianta, tuttavia, può essere tranquillamente recuperata se agiamo in maniera tempestiva.

Inoltre, la carenza di Calcio compromette fortemente la produzione di un albero o di una pianta erbacea. I frutti, infatti, se carenti in Calcio, hanno la buccia meno elastica e resistente. Questi frutti si lesiano più facilmente (cracking) già nel corso della maturazione.

[prodotti id=”430″]

Nitrato di calcio per piante carenti di azoto

Foglie carenti di azoto

Il Nitrato di Calcio fornisce Calcio e Azoto prontamente disponibile per le piante. Una carenza di azoto, come una carenza di calcio, può rivelarsi fatale anche per le piante se non si interviene in tempo. Ecco perché l’azoto è uno degli ingredienti più comuni e abbondanti nei fertilizzanti.

A differenza delle carenze di calcio, la carenza di Azoto si manifesta a partire dalle foglie più vecchie delle piante (foglie più in basso).

 

 

Quando una pianta non ha abbastanza azoto, le foglie inizieranno a ingiallire lungo i loro margini. Se la pianta sta ancora producendo nuove foglie, probabilmente saranno minuscole o sembreranno rimpicciolite.

Una carenza cronica o acuta di Azoto, causa una crescita fortemente stentata della pianta e della nuova vegetazione. La crescita è stentata perché le piante richiedono azoto per produrre energia attraverso la fotosintesi. Nella fotosintesi, le piante usano l’azoto per trasformare la luce solare in energia.

 

 

Nitrato di Calcio per la prevenzione delle fisiopatie delle piante

Marciume Apicale su Peperone

 

Uno dei motivi principali per cui molti agricoltori applicano Nitrato di Calcio alle loro colture è la prevenzione del Marciume Apicale, oltre che alla concimazione vera e propria.

Il Marciume Apicale (volgarmente chiamato “Culo Nero del Peperone”) e la Butteratura Amara del Melo possono essere prevenuti o curati tramite l’utilizzo di fertilizzante a base di Calcio.

Il marciume apicale è un problema abbastanza comune per i coltivatori di pomodori, che si manifesta con annerimenti della parte distale della bacca. Questi annerimenti provocano la necrosi dei tessuti, che rendono il pomodoro assolutamente non commercializzabile.

Il Marciume Apicale può essere molto diffuso in campo, provocando perdite molto estese durante la maturazione e la raccolta. Durante la maturazione, sulla parte necrotizzata possono svilupparsi anche muffe e marciumi. Il Marciume Apicale è sempre associato ad una carenza di Calcio che si protrae nel tempo e può essere prevenuta utilizzando concimi radicali a base di Nitrato di Calcio. Per prevenire il Marciume Apicale è possibile usufruire anche di concimi fogliari a base di Calcio e altri elementi nutritivi.

L’applicazione di un concime a base di Nitrato di Calcio è un ottimo punto di partenza nella prevenzione di questa fisiopatia, ma potrebbe anche non essere sufficiente a scongiurarne la comparsa. Durante la stagione vegetativa è buona norma agronomica intervenire attraverso applicazioni fogliari di concimi a base Calcio.

[prodotti id=”347″]

Nitrato di Calcio per la prevenzione delle fisiopatie delle piante

Apple Bit Pit e Butteratura Amara

La Butteratura Amara (come per il Marciume Apicale) non è una vera e propria patologia o malattia delle piante. Infatti, la causa di questo disturbo, non è causato da insetti parassiti, funghi patogeni, batteri o virus.

Il problema appare come depressioni scolorite sul frutto e possono avere dimensioni variabili. Sebbene non siano dannose per l’uomo, interferiscono sicuramente con l’attrattiva visiva.

Questa fisiopatia è associata ad una carenza di Calcio, o all’impossibilità ad assorbire Calcio da parte delle radici).

Nitrato di calcio per i pomodori

Marciume Apicale del Pomodoro

Il Marciume Apicale è spesso menzionato in tutte le schede tecniche che descrivono la coltivazione del Pomodoro, come un’importante fisiopatia da prevenire.

Spesso i piccolo hobbisti notano il tratto terminale delle bacche che inizia ad annerirsi. Se non si interviene tempestivamente, il Marciume Apicale si espande sempre più, compromettendo totalmente il nostro raccolto finale.

L’applicazione di concimi fogliari a base di Calcio, previene e cura questa pericolosa carenza che può verificarsi nelle piante da frutto e negli ortaggi, soprattutto nel Pomodoro.

 

Pro e contro del fertilizzante al nitrato di calcio

Pro:

  • Previene Marciume Apicale e Butteratura Amara prima che si presentino
  • Aiuta le piante a crescere più forti
  • Permette alle piante di produrre frutti più grandi

 

Contro:

  • Non ammesso in Agricoltura Biologica.
  • Può alterare leggermente il pH del terreno.

 

[prodotti id=”330″]

Consigli sull’utilizzo del Nitrato di Calcio in Agricoltura

 

Se acquisti direttamente un concime a base di nitrato di calcio granulare, puoi applicarlo direttamente al terreno. In alternativa, puoi mescolare il tuo nitrato di calcio granulare con acqua per nutrire le tue piante attraverso l’assorbimento delle radici o tramite applicazioni fogliari.

Miscelazione di uno spray al nitrato di calcio. La confezione del tuo fertilizzante probabilmente verrà fornita con istruzioni che tengono conto della concentrazione del tuo particolare prodotto. Segui attentamente queste istruzioni.

Anche senza istruzioni, il rapporto e le indicazioni per creare uno spray al nitrato di calcio dai granuli sono semplici:

  1. Mescola da due a quattro cucchiai di nitrato di calcio in un litro d’acqua
  2. Agitare bene fino a quando la maggior parte dei granuli di sale si è sciolta
  3. Versa abbastanza per trattare le tue piante in un flacone spray
  4. Conservarlo a temperatura ambiente dopo l’uso
  5. Una buona linea guida è quella di applicare un cucchiaio di nitrato di calcio per ogni pianta che si desidera trattare.

 

Interventi fogliari con Nitrato di Calcio:

 

Come applicare il fertilizzante a base di nitrato di calcio

 

Spray fogliare

Questo metodo è il migliore per rimediare al Marciume Apicale del Pomodoro o alla Butteratura Amara del Melo. Per prima cosa rimuovi i frutti, se manifestano vistosi sintomi di queste fisiopatie, perché potrebbero essere fonte di inoculo di altre patologie fungine come Muffe e Marciumi.

L’applicazione fogliare è consigliata durante le ore meno calde della giornata, meglio ancora se effettuate durante giornate nuvolose, senza sole diretto.

Applicazione radicale

Mescola il fertilizzante a base di nitrato di calcio con il terriccio. Distribuisci la giusta quantità di il terreno attorno alla tua pianta o dove prevedi di piantare. Non applicarlo direttamente sullo stelo o sul tronco, in quanto potrebbe provocare danni alle radici o alle giovani piantine trapiantate.

 

[prodotti id=”371″]

Domande frequenti

Il Nitrato di Calcio abbassa il pH del terreno?

Nel complesso, il rischio che il suolo diventi troppo alcalino a causa dell’uso tipico di Nitrato di Calcio è basso.

Mentre il Nitrato di Calcio rende il suolo meno acido (o più basico/alcalino), la maggior parte delle forme di questo concime ha meno probabilità di alterare i livelli del suolo fino al punto di essere troppo alcalino.

Se si utilizza la quantità raccomandata di Nitrato di Calcio e si rispetta il dosaggio specificato sulla confezione del prodotto, si evitano danni alle colture e all’ambiente.

Oltre ad aumentare il pH del terreno, il Nitrato di Calcio consente alla pianta di avere Calcio e Azoto prontamente disponibili per le radici, che possono bilanciare meglio il suolo a lungo termine.

Quando dovrei applicare il nitrato di calcio alle mie piante?

Il momento migliore per applicare il Nitrato di Calcio è subito prima del trapianto della nuova coltura oppure all’inizio della ripresa vegetativa di una coltura arborea. Come misura preventiva per frutta e verdura, effettua un’applicazione di Nitrato di Calcio prima del trapianto, in modo che le giovani piantine abbiamo tutto ciò che necessitano per crescere rapidamente.

Dopo che le tue piante iniziano la levata, ma prima che producano frutti, fai una seconda applicazione. Per questa applicazione, è consigliabile ridurre il quantitativo da applicare. Puoi applicare il  Nitrato di Calcio una o due volte in più durante la stagione di crescita, in base alle esigenze delle tue piante.

Se in campo osservi fenomeni di carenza, effettua una applicazione fogliare di concimi contenenti Calcio e altri elementi nutritivi.

Quanto nitrato di calcio per litro d’acqua devo aggiungere?

Ti consigliamo di mescolare un cucchiaio di Nitrato di Calcio per litro d’acqua.

Assicurati che il Nitrato di Calcio si dissolva completamente. In caso contrario, scartare la parte in cui il sedimento rimane visibile.

commenti

22 Commenti

  1. Post molto esaustivo. Un consiglio, ho interrato le piantine di pomodoro, melenzane e zucchine nel mio piccolo orto.
    Ho preventivamente (circa un mese prima) concimato il terreno con dello stallatico.
    Dopo circa una settimana dall’impianto ho distribuito un cucchiaino circa di Nitrato di calcio intorno alle piantine (a circa 4-5 cm dal fusto), in quanto l’anno scorso le piante hanno sofferto di marciume apicale. Quando è consigliabile fare un’ulteriore concimazione e, soprattutto, è preferibile distribuire il prodotto direttamente sul terreno, diluirlo in un innaffiatoio e irrigare o fornirlo spray sul fogliame, considerando che trattasi di tre ortaggi diversi?
    Grazie per la risposta

    Rispondi
    • Grazie per il tuo commento, Nuccio. Sono contento che hai trovato il post esaustivo. Per quanto riguarda la tua domanda, è consigliabile fare un’ulteriore concimazione con nitrato di calcio dopo circa 3-4 settimane dall’impianto, o comunque quando inizi a notare i primi sintomi di carenza di calcio. Per quanto riguarda il metodo di applicazione, dipende dalle esigenze specifiche delle tue piante e dalle condizioni del terreno. In generale, distribuire il prodotto direttamente sul terreno può essere più efficace per un rilascio graduale e uniforme dei nutrienti. Tuttavia, se le piante mostrano sintomi di carenza acuta, una soluzione diluita in acqua può fornire un apporto più rapido. L’importante è evitare di applicare il nitrato di calcio troppo vicino al fusto per non rischiare di bruciare le radici. Spero che queste informazioni ti siano utili, e buona coltivazione nel tuo orto!

      Rispondi
  2. Per annaffiare le orticole quanti grammi di nitrato di calcio devo mettere per 10 litri di acqua? Grazie.

    Rispondi
    • Ciao Stefano, la quantità di nitrato di calcio da utilizzare per annaffiare le tue piante orticole dipende da vari fattori come il tipo di pianta, lo stadio di crescita in cui si trova e le condizioni del suolo. Tuttavia, una regola generale è di usare circa 15-20 grammi di nitrato di calcio per 10 litri d’acqua. Ti consiglio di iniziare con una dose più bassa e poi aumentarla gradualmente se necessario, monitorando sempre la risposta delle tue piante. Ricorda anche di sciogliere bene il nitrato di calcio nell’acqua prima di usarlo per annaffiare. Spero che questa informazione ti sia utile, buona coltivazione!

      Rispondi
  3. Buonasera, ho in casa del Nitrato di Calcio al 26.6 % solubile in acqua, chiedo se posso darlo all’aglio , in che modo e con quale frequenza. Grazie

    Rispondi
    • Ciao Marco! Sì, puoi utilizzare il Nitrato di Calcio sulle tue piante di aglio. Essendo solubile in acqua, puoi diluirlo seguendo le indicazioni riportate sull’etichetta del prodotto. Generalmente, consiglio di utilizzare una soluzione diluita al 1-2% e di applicarla alle piante di aglio ogni 10-14 giorni durante la fase di crescita attiva. Assicurati di innaffiare bene le piante con questa soluzione, facendo attenzione a non esagerare con la quantità, perché un’eccessiva concentrazione di nutrienti potrebbe danneggiare le radici. Ricorda anche di seguire le istruzioni specifiche fornite dal produttore del Nitrato di Calcio che possiedi. Se hai ulteriori domande, sarò felice di aiutarti! Buona fortuna con le tue piante di aglio!

      Rispondi
  4. Buon giorno.
    Sono a richiedere se il nitrato di Ca può essere utilizzato per via fogliare su scarola come prevenzione/cura del tip burn e con quale dosaggio per hl d’ acqua.

    Ringrazio e saluto cordialmente

    Rispondi
    • Ciao Luigi, grazie per la tua domanda. Il nitrato di calcio può essere utilizzato per via fogliare sulla scarola come prevenzione o cura del tip burn. Tuttavia, è importante considerare il dosaggio corretto per evitare danni alle piante. Ti consiglio di utilizzare una soluzione diluita di nitrato di calcio, ad esempio 2-3 grammi per litro d’acqua. È sempre consigliabile fare un test su una piccola parte delle piante prima di applicare il prodotto su tutta la coltura. Ricorda anche di seguire le istruzioni del produttore e di consultare un esperto agricolo per ulteriori consigli specifici sulla tua coltivazione di scarola. Spero che queste informazioni ti siano utili. Buona fortuna con le tue piante e saluti cordiali.

      Rispondi
  5. Buongiorno.
    Si può’ usare sia nitrotec che carbonato di calcio per una pianta di aguacate , in vaso da 70 cm, ottenuta dal nocciolo 4 anni fa? Grazie

    Rispondi
    • Buongiorno,

      Sì, è possibile utilizzare sia Nitrotec che carbonato di calcio per la tua pianta di avocado.

      Il Nitrotec è un fertilizzante a base di nitrato di calcio che può aiutare a fornire il calcio necessario per la crescita della pianta. Il calcio è essenziale per le piante di avocado poiché aiuta a prevenire problemi comuni come la malattia da punta bruna.

      Il carbonato di calcio, d’altro canto, viene spesso utilizzato per correggere l’acidità del suolo. Le piante di avocado preferiscono un pH del suolo leggermente acido, generalmente tra 6.0 e 7.0. Se il tuo suolo è troppo acido, l’aggiunta di carbonato di calcio può aiutare ad alzare il pH.

      Tuttavia, è importante notare che dovresti fare un test del suolo prima di aggiungere qualsiasi modifica. Questo ti permetterà di capire esattamente quali nutrienti il tuo suolo potrebbe mancare e in che misura.

      Ricorda anche di non sovraccaricare la pianta con troppi fertilizzanti. Un eccesso di nutrienti può essere dannoso quanto la loro carenza.

      Spero che queste informazioni ti siano utili. Buona fortuna con la tua pianta di avocado!

      Rispondi
  6. Salve, vorrei sciogliere del nitrato di calcio granulare per la concimazione fogliare di un Meleto. Che percentuale bisogna utilizzare per HL di acqua? Quante volte bisogna ripetere il.trattamenro e in che periodo? È miscibile cin insetticidi e fungicidi sistemici o zolfo? Grazie mille

    Rispondi
    • Ciao, grazie per averci posto queste domande.

      Per utilizzare il nitrato di calcio in soluzione per la concimazione fogliare, ti consigliamo generalmente di sciogliere circa 500-600 grammi per 100 litri (un ettolitro, HL) d’acqua. Questa concentrazione è ottimale per la maggior parte delle applicazioni agricole, compresi i meleti.

      La frequenza del trattamento può variare in base alle condizioni specifiche del tuo meleto, come il tipo di suolo, il clima e le condizioni della pianta. Tuttavia, in generale, l’applicazione del nitrato di calcio può essere ripetuta ogni 2-3 settimane durante la stagione di crescita.

      Quanto alla miscibilità con insetticidi, fungicidi e zolfo, è importante notare che il nitrato di calcio è compatibile con molti di questi prodotti, ma non tutti. Prima di miscelare qualsiasi prodotto, dovresti sempre fare un piccolo test di compatibilità per evitare reazioni avverse. Ad esempio, il nitrato di calcio non dovrebbe essere miscelato con prodotti a base di zolfo, poiché ciò può causare precipitazioni e possibili blocchi dell’attrezzatura di spruzzo.

      Ti preghiamo di notare che queste sono linee guida generali e potrebbero non adattarsi perfettamente alle tue specifiche condizioni di crescita.

      Spero che queste informazioni ti siano d’aiuto. Non esitare a farci sapere se hai altre domande. Buona giornata!

      Rispondi
      • Buona sera, posso miscelare nitrato di calcio e bicarbonato di potassio e darlo per via fogliare? E in che quantità? Grazie.

        Rispondi
        • Buonasera, grazie per il tuo commento.

          Il nitrato di calcio è generalmente usato per fornire calcio e azoto alle piante, mentre il bicarbonato di potassio viene utilizzato per regolare l’acidità del suolo e fornire potassio. Entrambi questi composti hanno un ruolo importante nella salute delle piante.

          Per quanto riguarda la miscelazione di questi due prodotti per l’uso fogliare, generalmente è possibile. Ma è importante fare attenzione a non causare un’eccessiva salinità o pH alterato che potrebbero danneggiare le foglie.

          Le quantità specifiche varieranno a seconda del tipo di pianta e delle sue esigenze nutrizionali, ma in generale, una diluizione sicura potrebbe essere di 1 grammo di nitrato di calcio per litro d’acqua e 0.5 grammi di bicarbonato di potassio per litro d’acqua. Questa è una dose molto bassa e può non soddisfare completamente le esigenze delle tue piante, quindi potrebbe essere necessario regolare la dose in base alla risposta della pianta.

          Ti consiglierei comunque di consultare un agronomo o un estensionista della tua zona per avere consigli più precisi e personalizzati sulle esigenze specifiche delle tue piante.

          Ricorda inoltre di sempre fare un piccolo test su una parte della pianta prima di applicare qualsiasi soluzione a tutte le foglie, per essere sicuro che non ci siano reazioni avverse.

          Spero che queste informazioni ti siano d’aiuto. Buona fortuna con le tue piante!

          Rispondi
  7. Complimenti per l’articolo, descrizioni precise ed esaustive, anch’io sono un hobbysta, ho una quindicina di agrumi in vaso con età compresa tra quattro e cinque anni.
    Volevo chiederle in un prossimo articolo se può trattare della cascola dei frutticini e suoi rimedi. Grazie in anticipo, Rosario.

    Rispondi
    • Ciao Rosario, grazie per il tuo commento e per la tua domanda.

      La cascola, ovvero la caduta prematura dei frutti, è un fenomeno comune negli agrumi. Non è insolito che gli alberi di agrumi lascino cadere alcuni dei loro frutti, soprattutto durante i primi stadi di sviluppo del frutto, un fenomeno noto come cascola naturale. Questo è un meccanismo di autoregolazione che permette all’albero di concentrare le sue risorse sugli agrumi rimanenti.

      Tuttavia, se la cascola persiste e un numero eccessivo di frutti cade, potrebbe essere dovuto a vari fattori, tra cui condizioni di stress, carenze nutrizionali, condizioni di irrigazione non ottimali, parassiti o malattie.

      1. Stress: Fluttuazioni estreme di temperatura, vento forte, o periodi di siccità possono causare lo stress dell’albero e indurre la cascola.

      2. Nutrizione: Gli alberi di agrumi hanno bisogno di un equilibrio di nutrienti, tra cui azoto, fosforo e potassio, oltre a diversi microelementi come calcio, magnesio, zinco, ferro, boro e manganese. Una carenza di uno di questi nutrienti può contribuire alla cascola.

      3. Irrigazione: L’irrigazione è fondamentale per la salute degli alberi di agrumi. L’acqua dovrebbe essere fornita in modo consistente ma senza annegare l’albero. Un suolo troppo umido o troppo secco può causare la cascola.

      4. Parassiti e malattie: Parassiti come afidi, cocciniglie, o acari, o malattie fungine possono danneggiare l’albero e causare la caduta dei frutti.

      Per minimizzare la cascola:

      – Mantieni un programma di irrigazione costante, adattando l’irrigazione alle condizioni meteorologiche.
      – Fornisci agli alberi una dieta equilibrata di nutrienti attraverso la concimazione regolare.
      – Monitora attentamente gli alberi per individuare eventuali segni di parassiti o malattie e, se necessario, applica trattamenti adeguati.
      – Proteggi gli alberi da condizioni estreme di caldo o freddo.

      Se il problema persiste nonostante questi interventi, potrebbe essere utile consultare un esperto o un agronomo locale per un’indagine più approfondita.

      Spero che queste informazioni ti siano d’aiuto, Rosario. Buona fortuna con i tuoi agrumi!

      Rispondi
  8. Esposizione ben fatta!!! Chiara ed esaustiva anche per un hobbista come me che in tema di giardinaggio e agricoltura non mi definirei proprio un fenomeno. Grazie

    Rispondi
    • Ciao Francesco!
      Siamo felici ti sia piaciuto il nostro articolo!
      Continua a seguirci 😉

      Rispondi
    • Ciao,

      Grazie mille per il tuo gentile commento! Siamo felici di sapere che le informazioni presentate nel blog ti sono state utili e chiare. Il nostro obiettivo è proprio quello di rendere le informazioni accessibili a tutti, dagli esperti ai principianti come te.

      Se hai altre domande o dubbi, o se c’è un argomento specifico che ti piacerebbe vedere trattato in futuro, non esitare a farcelo sapere. Saremo più che felici di aiutarti.

      Buon giardinaggio e a presto!

      Cordiali saluti,
      Massimiliano

      Rispondi
  9. Buonasera,il nitrato di calcio va benissimo anche per le sole piante,tipo siepe?

    Rispondi
    • Buonasera! Il nitrato di calcio è un fertilizzante inorganico solubile in acqua che fornisce azoto e calcio alle piante. È adatto per una vasta gamma di piante, incluse le siepi.

      L’azoto aiuta nella crescita delle foglie e nella produzione di clorofilla, mentre il calcio contribuisce alla struttura cellulare delle piante e alla resistenza alle malattie. Pertanto, il nitrato di calcio può essere utilizzato anche per le siepi, specialmente se mostrano sintomi di carenza di azoto o calcio.

      Tuttavia, è importante seguire le raccomandazioni per l’applicazione e dosaggio del fertilizzante specifico per il tipo di siepe che si ha, poiché un eccesso di azoto può causare una crescita eccessiva delle foglie a scapito di una buona formazione di rami e radici.

      Inoltre, se il terreno in cui cresce la siepe è già ricco di azoto e calcio, l’uso di nitrato di calcio potrebbe non essere necessario. In questo caso, potrebbe essere più appropriato utilizzare un fertilizzante completo con una formulazione bilanciata di azoto, fosforo e potassio (NPK).

      Rispondi
    • Ciao,

      Grazie per averci contattato con la tua domanda. Il nitrato di calcio è un fertilizzante comune utilizzato in agricoltura per fornire alle piante due nutrienti essenziali: azoto e calcio. L’azoto è un componente chiave delle proteine e delle molecole di energia delle piante, mentre il calcio è essenziale per la struttura delle cellule vegetali e per la funzione dei processi cellulari.

      Per quanto riguarda il suo utilizzo specifico su siepi, sì, il nitrato di calcio può essere utilizzato. Come sempre, la chiave è utilizzare la giusta quantità. Troppo fertilizzante può danneggiare le piante e le radici, mentre troppo poco può non fornire abbastanza nutrienti.

      In generale, la quantità di fertilizzante da utilizzare dipenderà dal tipo di pianta, dalle condizioni del suolo e da altri fattori. Ti consiglierei di fare un’analisi del suolo per capire meglio quali nutrienti mancano nel tuo suolo e quindi determinare la quantità appropriata di nitrato di calcio da usare.

      Spero che queste informazioni ti siano state utili. Se hai altre domande, non esitare a farcele sapere.

      Cordiali saluti,
      Massimiliano

      Rispondi

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post correlati

Iscriviti per ricevere ogni settimana i nostri blog informativi e offerte via Email

Iscriviti per ricevere ogni settimana i nostri blog informativi e offerte via Email

Potrai interagire con i nostri agronomi gratuitamente

Grazie ti sei iscritto alla nostra newsletter

0
    0
    Il tuo carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna allo shop
      Calcola spedizione
      Applica Coupon