TEBUCONAZOLO

Visualizzazione di 2 risultati

Scheda generale

NOME CHIMICO

(RS)-1-p-chlorophenyl-4,4-dimethyl-3-(1H-1,2,4-triazol-1-ylmethyl)pentan-3-ol (IUPAC)

GRUPPO CHIMICO

Azotorganici TRIAZOLI

STATO FISICO

Cristalli incolori.

IMPIEGHI AUTORIZZATI E INTERVALLO DI SICUREZZA (gg.)

Si riporta di seguito il riepilogo degli impieghi autorizzati e degli intervalli di sicurezza (min/max) di questa sostanza attiva così come risultano dalle etichette dei prodotti fitosanitari che la contengono da sola o in miscela con altre sostanze attive.

Colture:

Frutta a guscio
Melo 14/30
Pero 14/15
Pesco, nettarino, albicocco, ciliegio 3/7
Susino 7
Vite ad uva da tavola 14/21
Vite ad uva da vino 14
Olivo — (da ripresa vegetativa a prefioritura)
Aglio, cipolla 21
Pomodoro, peperone, melanzana, cetriolo, zucchino 3
Melone, zucca, cocomero 3/7
Cece 28 (dal 7.4.2015 al 4.8.2015)
Asparago — (durante la stagione vegetativa, dopo la raccolta dei turioni)
Carciofo 7
Orzo, frumento –/28/30/35
Avena, segale –/28
Triticale –/28/35
Mais – (fino al 22 ottobre 2015)
Floreali e ornamentali

Concia:

Sementi di avena, frumento, orzo, segale, triticale

Altri impieghi:

Tappeti erbosi

Autorizzazioni in deroga (art. 53 Reg. 1107/2009)

  • Con Decreto 24 giugno 2015 i prodotti Prosaro e Proline Star hanno ottenuto l’estensione sul mais un periodo di 120 giorni fino al 22 ottobre 2015.
  • Con Decreto 7 aprile 2015 il prodotto Netor ha ottenuto in via eccezionale l’estensione di impiego sulla coltura del cece per il controllo degli attacchi fungini dell’Aschochyta spp, per un periodo di 120 giorni fino al 4 agosto 2015.
  • Con Decreto 30 maggio 2014 i prodotti Prosaro e Proline Star hanno ottenuto l’estensione sul mais un periodo di 120 giorni fino al 27 settembre 2014.

A titolo informativo, si riportano gli impieghi precedentemente autorizzati così come indicati nell’ultimo aggiornamento dell’allegato 5 del Decreto 27 agosto 2004:

  • Decreto 23 luglio 2008 (GU n 265 del 12-11-2008, Suppl Ord n 251):

Colture:

Frutta a guscio
Melo 30
Pero 15

Albicocco, ciliegio, pesco, nettarino, susino 7

Vite 14
Aglio 21
Pomodoro, peperone, cetriolo, zucchino 3
Melone, cocomero, carciofo, zucca 7
Asparago –(1)
Frumento, orzo, segale, avena –(2)
Rosa

Altri impieghi:

Concia delle sementi di frumento, orzo, segale ed avena.

Tappeti erbosi.

Note:

(1) Trattamento durante la stagione vegetativa, esclusivamente dopo la raccolta dei turioni

(2) Trattamento fino alla fine della fioritura

Si segnala la registrazione del prodotto Celest Trio (reg. 14966 del 28.10.2011), in miscela con difenoconazolo e fludioxonil, per la concia delle sementi di frumento, orzo, triticale, avena e segale.

Si segnala la registrazione del prodotto Flint Max (reg. 13689 del 25.11.2011), in miscela con trifloxystrobin, per la difesa di vite da vino (21 gg.), vite da tavola (14 gg.), melo (14 gg.), pero (14 gg.), pesco ( 7 gg.), nettarino (7 gg.), albicocco ( 7 gg.), ciliegio (7 gg.), susino (7 gg.), olivo (–), pomodoro (3 gg.), peperone (3 gg.), cetriolo (3 gg.), zucchino (3 gg.), cocomero (3 gg.), melone (3 gg.), zucca (3 gg.).

Meccanismo d’azione

Blocca lo sviluppo del fungo interferendo nella biosintesi degli steroli che si verifica nella membrana cellulare del patogeno.

Aspetti applicativi

Fungicida per la difesa di melo, pero, pesco e nettarine, albicocco, ciliegio, susino, vite, noce e altri fruttiferi a guscio, ortaggi (melone, cocomero, cetriolo, zucchino, zucca, pomodoro, peperone, asparago, carciofo, aglio), frumento, orzo, segale, avena, rosa, tappeti erbosi.

In miscela con Tiram o Imazalil è utilizzato per la concia delle sementi di grano, orzo, triticale, segale e avena. In miscela con Triadimenol o Zolfo è utilizzato sulla vite contro l’Oidio.

SPETTRO D’AZIONE

Ticchiolatura, Black-rot, Maculatura bruna, Oidio, Monilia spp., Botrytis, Malattie del piede, Ruggini, Pyrenophora, Rynchosporium, Fusarium, Septoria spp., Microdochium nivale, Sclerotinia homeocarpa, Rhizoctonia solani, Stemphylium vesicarium.

MODO D’AZIONE

Fungicida sistemico ad azione preventiva, curativa ed eradicante. Viene rapidamente assorbito dagli organi vegetativi. Dopo la penetrazione il p.a. viene traslocato attraverso lo xilema in direzione acropeta, sfuggendo cosi’ al dilavamento e proteggendo la vegetazione che si sviluppa dopo il trattamento.

FORMULAZIONI

Suspo-emulsione, Granulare idrosospensibile, Emulsione olio/acqua.

Sono disponibili formulazioni in miscela con altri p.a.

MODALITA’ D’IMPIEGO

Modalità e dosi di impiego riferite a prodotti in formulazione microgranulare idrosospensibile al 25% di p.a.

Le dosi si riferiscono all’impiego con pompe a volume normale.

Pomacee (melo e pero):

  • contro ticchiolatura (Venturia inaequalis, Venturia pirina)

0,04-0,05% (40-50 g in 100 l di acqua) in miscela con fungicidi di copertura (es.: dodina, captano, propineb, mancozeb, diclofluanide). Intervenire con trattamenti preventivi ogni 6-8 gg fino alla fase di frutto noce e successivamente ogni 10-15 gg, oppure curativamente entro 72-96 ore dall’inizio dell’infezione

  • contro mal bianco del melo (Podosphaera leucotricha)

0,04-0,05% (40-50 g in 100 l di acqua)

  • contro maculatura bruna del pero (Stemphylium vesicarium)

0,05-0,075% (50-75 g in 100 l di acqua)

Drupacee (albicocco, ciliegio, pesco e nettarino, susino):

  • contro Monilia spp. e Botrytis cinerea

1-2 trattamenti a cavallo della fioritura alla dose di 0,05 – 0,075 % (50-75 g in 100 l di acqua)

1-2 trattamenti in pre-raccolta a distanza di 7 gg tra di loro alla dose di 0,05-0,075% (50-75 g in 100 l di acqua)

  • contro mal bianco (Sphaerotheca pan-nosa)

0,05-0,075% (50-75 g in 100 l di acqua)

  • contro ruggine del susino 1 o 2 trattamenti preventivi o alla comparsa dei primi sintomi della malattia alla dose di 0,05% (50 g in 100 l di acqua)

Vite:

  • contro oidio (Uncinula necator)
    intervenire alla dose di 0,04 % (40 g in 100 l di acqua) ogni 10-14 gg in miscela o in alternanza con prodotti a diverso meccanismo d’azione (es.: dinocap, zolfo bagnabile, zolfo in polvere).

Cereali (grano ed orzo):

  • intervenire alla dose di 1 kg/ha posizionando il trattamento come di seguito:
  • contro le “malattie del piede” (Pseudocercosporella herpotrichoides, Ophiobolus graminis) in fase di accestimento-levata
  • contro oidio (Erysiphe graminis), ruggini (Puccinia spp.), Pyrenophora teres, Rhynchosporium secalis, in fase di inizio levata-spigatura
  • contro fusariosi della spiga (Fusarium spp.) in fase di piena fioritura
  • contro Septoria (Septoria spp.) in fase di inizio levata-spigatura

Tappeti erbosi: contro Microdochium nivale, Sclerotinia homeocarpa e Rhizoctonia solani alle dosi di 1,5-2 kg/ha (in 600-800 litri d’acqua) intervenendo alla comparsa dei primi sintomi e successivamente 10-20 giorni dopo in funzione dell’andamento epidemico.

In caso di impiego su tappeti erbosi è obbligatorio segnalare con appositi cartelli il divieto di accesso nell’area trattata, mantenendo tale divieto per 48 ore dopo l’applicazione.

Colture orticole (melone, cocomero, cetriolo, zucchino, pomodoro, peperone, asparago, carciofo):

  • contro oidio (Erysiphe cichoracearum, Sphaeroteca fuliginea, Leveillula taurica) intervenire con intervallo di 7-10 giorni alla dose di 0,05% (50 g in 100 l d’acqua)
  • contro ruggini e stemfiliosi dell’asparago (Puccinia asparagi, Stemphylium vesicarium) intervenire con intervallo di 7-10 giorni alla dose di 0,05% (50 g in 100 litri d’acqua). Trattare esclusivamente dopo la raccolta dei turioni durante la stagione vegetativa.

Numero massimo di trattamenti:
melo, pero, vite, colture orticole: 4
drupacee, tappeti erbosi: 2
grano, orzo: 1

COMPATIBILITA’

Miscibile con fungicidi e insetticidi a reazione neutra.

0
    0
    Il tuo carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna allo shop
      Calcola Spedizione
      Apri la chat
      Hai bisogno di aiuto?
      Ciao, se hai bisogno di aiuto puoi parlare con uno dei nostri agronomi.