CIMOXANIL

Visualizzazione di 4 risultati

Scheda generale

NOME CHIMICO

1-(2-cyano-2-methoxyiminoacetyl)-3-ethylurea (IUPAC)

2-cyano-N-[(ethylamino)carbonyl]-2-(methoxyimino)acetamide (C.A.)

GRUPPO CHIMICO

Azotorganici alifatici ACETAMMIDI

STATO FISICO

Solido cristallino incolore.

IMPIEGHI AUTORIZZATI E INTERVALLI DI SICUREZZA (gg.)

Si riporta di seguito il riepilogo degli impieghi autorizzati e degli intervalli di sicurezza (min/max) di questa sostanza attiva così come risultano dalle etichette dei prodotti fitosanitari che la contengono da sola o in miscela con altre sostanze attive.

Vite 10/45
Patata 3/30
Aglio, cipolla 10/20
Pomodoro 3/40
Cetriolo, zucchino, melone 10/20
Lattuga 10/21
Scarola, indivia 15/21
Cicoria, radicchio, crescione, barbarea, rucola, senape nera 21
Spinacio 10/20
Pisello 10/20
Carciofo 21
Porro 10/20
Girasole, soia 28
Tabacco 10/40
Floreali e ornamentali

Autorizzazioni in deroga (art. 53 Reg. 1107/2009)

  • Con Decreto 26 marzo 2015 il prodotto Electis Trio, a base di cimoxanil + fosetil al + zoxamide, ha ottenuto in via eccezionale l’estensione di impiego sulla coltura del tabacco per il controllo di Peronspora tabacina, per un periodo massimo di 120 giorni dal 1 giugno 2015 al 28 settembre 2015.

A titolo informativo, si riportano gli impieghi precedentemente autorizzati così come indicati nell’ultimo aggiornamento dell’allegato 5 del Decreto 27 agosto 2004:

  • Decreto 22 gennaio 2008 (GU n. 84 del 9-4-2008):

Colture:

Vite 10
Aglio, cipolla, pomodoro (1), cetriolo, zucchino,
melone, lattuga, indivia, spinacio, pisello,
porro
10
Carciofo 21
Girasole, soia 28
Patata 10
Tabacco 10
Rosa

Altri impieghi

Impiego su floreali e ornamentali da appartamento e da giardino domestico.

(1) Anche applicazione in serra

Con l’armonizzazione dei limiti massimi di residui (LMR) entrata in vigore il 1 settembre 2008, questa sostanza attiva ha avuto una riduzione di LMR sulla patata (da 0,1 a 0,05 mg/kg) che ha determinato in alcuni prodotti l’eliminazione in etichetta della coltura della patata, in altri una modifica dell’intervallo di sicurezza.

Si segnala la registrazione del prodotto Curzate M68 WG (cimoxanil + mancozeb) autorizzato su patata e pomodoro rispettivamente con in intervallo di sicurezza di 7 e 3 giorni.

Si segnala la registrazione del prodotto Vitene Triplo R (reg. 15751 del 30.4.2013) autorizzato su vite, patata, pomodoro, lattughe, indivia, scarola e spinacio.

Meccanismo d’azione

Altera la respirazione ed interferisce con la sintesi di acidi nucleici e aminoacidi.

Agisce sia sugli elementi di propagazione del patogeno (azione preventiva) sia all’interno dei tessuti vegetali, arrestando lo sviluppo del micelio (azione endoterapica).

Aspetti applicativi

Fungicida utilizzato su vite, ortaggi (carciofo, pomodoro, cetriolo, lattuga, spinacio, melone, zucchino, pisello, cipolla, aglio, porro), patata, girasole, soia, tabacco, rosa.

SPETTRO D’AZIONE

Agisce contro le Peronospore delle colture (Peronospora spp., Phytophtora spp., Plasmopara spp., etc.).

MODO D’AZIONE

Fungicida caratterizzato da proprietà citotropiche e translaminari.

Nei confronti dei patogeni esplica attività preventiva, curativa, ed eradicante con una persistenza d’azione di 4-5 giorni a seconda delle condizioni climatiche che si verificano dopo l’applicazione e dello stadio fenologico e di sviluppo delle colture.

L’attività biologica del prodotto è il risultato di diverse proprietà complementari:

  • preventiva per contatto (inibisce la penetrazione del fungo nei tessuti fogliari);
  • preventiva per assorbimento fogliare (inibizione della penetrazione dall’interno dei tessuti vegetali);
  • stoppante di post-infezione (impedisce l’ulteriore sviluppo del micelio fungino all’interno dei tessuti entro 2 gg dalle avvenute infezioni).
FORMULAZIONI
  • Polvere bagnabile
  • Granuli idrodispersibili

Sono disponibili formulazioni in miscela con altri p.a. fungicidi.

MODALITA’ D’IMPIEGO

Modalità e dosi di impiego riferite a prodotti al 30% di p.a. sotto forma di polvere bagnabile.

  • Vite: contro la Peronospora (Plasmopara viticola) alla dose di g 65-85 per q.le di acqua, iniziando gli interventi quando si verificano le condizioni climatiche che favoriscono l’infezione fino all’ingrossamento degli acini. Il prodotto può essere impiegato alla dose di 30-40 g/hl di acqua in miscela con prodotti a base di Rame, Ditiocarbammati, Folpet, Dithianon, Diclofluanide, Dodina, ecc..; questi ultimi dovranno essere impiegati ad un dosaggio pari al 60-70% rispetto a quello “pieno” riportato nelle rispettive etichette.
  • Patata, Pomodoro, Lattuga, Spinacio, Melone, Zucchino, Cipolla, Aglio, Porro, Pisello, Carciofo, Girasole, Soia, Tabacco, Rosa: contro le Peronospore (Phitophtora infestans, Bremia lactucae, Peronospora spinaciae, Pseudoperonospora cubensis, Peronospora schledeni, Phytophtora porri, Peronospora pisi, Peronospora helianti , Peronospora manshurica, Peronospora tabacina, Peronospora sparsa) alla dose di 65-85 g/hl iniziando i trattamenti allorché si verificano le condizioni favorevoli allo sviluppo dell’infezione. Nel caso vi siano infezioni in atto effettuare due interventi ravvicinati a distanza di 4-5 giorni l’uno dall’altro.

Nel caso di impiego in miscela con altri formulati, il prodotto può essere applicato al dosaggio più basso previsto; è tuttavia consigliabile non impiegare mai meno di 400 g/ha di formulato.

COMPATIBILITA’

Non è miscibile con antiparassitari a reazione alcalina (es. Poltiglia solfocalcica, Poltiglia bordolese alcalina) o fortemente acida.

0
    0
    Il tuo carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna allo shop
      Calculate Shipping
      Apri la chat
      Hai bisogno di aiuto?
      Ciao, se hai bisogno di aiuto puoi parlare con uno dei nostri agronomi.