Bicarbonato di Sodio

x 25 kg

Sodio Bicarbonato per Agricoltura Biologica. Azione fungicida attraverso l’innalzamento del pH fogliare

  • Controlla Oidio su Vite, Ortaggi, Piccoli Frutti e Piante Ornamentali. Trova utile impiego anche nel controllo della Peronospora.
  • Controlla Muffe da stoccaggio (Penicillium) e Ticchiolatura delle Pomacee.
  • Innalza il pH fogliare e aumenta la pressione osmotica.
  • Inibisce la germinazione delle spore fungine.
Categorie: Sostanze di Base
Acquista dal produttore

Acquista dal produttore

Produciamo Biospecialità per l’Agricoltura Biologica, così possiamo garantirti i prezzi più bassi e consulenza gratuita

Scopri di più

Agricoltura di Precisione

Collegati alle stazioni meteo nelle tue vicinanze e monitora il tuo campo a distanza

Scopri di più

Spedizioni Veloci

Spediamo in tutta Italia in 24/48 ore con Corriere Espresso o Corriere Standard in 4-5 giorni (Bancali)

Scopri di più

Il Bicarbonato acido di sodio (NaHCO3), comunemente chiamato Bicarbonato di sodio o Idrogenocarbonato di sodio è un derivato dell’acido carbonico ed è ottenuto da Carbonato di sodio, acqua e Diossido di carbonio.

A temperatura ambiente appare come una polvere cristallina bianca, solubile in acqua e insolubile in alcool. Per secoli il Bicarbonato di sodio è stato ottenuto in forma impura dalle ceneri di alghe e piante di laghi salati. In soluzione acquosa, se riscaldato non oltre i 100 °C inizia a decomporsi in Diossido di carbonio e Carbonato di sodio originando una lieve reazione alcalina.

Il Bicarbonato di Sodio è stato inserito dall’Unione Europea nel registro delle Sostanze di Base, “sostanze e/o prodotti già commercializzati per altri fini, per esempio per usi alimentari, ma che possono ugualmente trovare utile impiego per scopi fitosanitari” (IBMA Italia).

A cosa serve il Bicarbonato (Idrogenocarbonato) di Sodio in agricoltura?

Il Bicarbonato di Sodio è un sale a reazione alcalina. Applicato in soluzione sulla vegetazione, reagisce innalzando il pH della superficie fogliare, creando un ambiente inospitale per i funghi, i quali necessitano di un ambiente sub acido per proliferare. Inoltre l’aumento della pressione osmotica sulle foglie blocca la germinazione delle spore fungine.

Il suo utilizzo in agricoltura è regolamentato dall’Unione Europea come sostanza di base, ad azione fungicida nei confronti di

  • Oidio su Vite, Ortaggi, Piccoli Frutti e Piante Ornamentali. Trova utile impiego anche nel controllo della Peronospora.
  • Muffe da stoccaggio (Penicillium).
  • Ticchiolatura delle Pomacee.
  • Erbicida verso i Muschi del genere Lunaria.

Quali sono le dosi del Bicarbonato di Sodio ad azione fungicida?

Le dosi del Bicarbonato di Sodio variano in base alla coltura e al suo livello di sensibilità. L’Unione Europea suggerisce dosi medie (minimo – massimo):

  • 333 – 1000 g/hl per Ortaggi, Piccoli Frutti e Ornamentali.
  • 420 – 2000 g/hl per la Vite.
  • 500 – 1000 g/hl per Pomacee.
  • 1000 – 4000 g/hl per Arance, Ciliegie, Mele e Papaya, etc.

Il Bicarbonato di Sodio come fungicida è autorizzato in Agricoltura Biologica.

Oltre a rientrare tra le Sostanze di Base, il Bicarbonato di Sodio in Italia è considerato un Corroborante, una sostanza di origine naturale che migliora la resistenza delle colture a possibili stress, sia biotici che abiotici.

0
    0
    Il tuo carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna allo shop
      Calculate Shipping
      Apri la chat
      Hai bisogno di aiuto?
      Ciao, se hai bisogno di aiuto puoi parlare con uno dei nostri agronomi.